Direttori ammessi al concorso (25-27 giugno 2021)

Sono 21 i direttori ammessi al concorso in rappresentanza di 16 nazioni. In considerazione dell'elevato numero di richieste pervenute (78), della situazione pandemica che ha colpito in modo significativo tutte le attività musicali e della qualità dei candidati che hanno fatto domanda di partecipazione al concorso, l'organizzazione ha ritenuto opportuno ampliare da 18 a 21 il numero dei direttori ammessi alla fase eliminatoria. Restano invariati i numeri relativi alle seguenti fasi.

Partecipanti alla competizione (in ordine alfabetico): 

  • Marco Barbon (Italia)
  • João Barros (Portogallo)
  • Lucia Birzer (Germania)
  • Kristina Bogataj (Slovenia)
  • Tanguy Bouvet (Francia)
  • Mateja Černic (Italia)
  • Jurgita Česonytė (Lituania)
  • Matīss Circenis (Lettonia/Germania)
  • Nicola Forlin (Italia)
  • Masis Aram Gözbek (Turchia)
  • Elisa Huovinen (Finlandia)
  • Hyunju Kwon (Repubblica di Corea)
  • Alexandra Makarova (Russia)
  • Ingrit Malleus (Estonia)
  • Luca Scaccabarozzi (Italia)
  • Chiara Selva (Svizzera)
  • Anastasiya Shchyrba (Ucraina)
  • Johanna Soller (Germania)
  • Tamás Szarka (Ungheria)
  • Federico Viola (Italia, ammesso di diritto in quanto vincitore del Concorso nazionale per direttori di coro "Le mani in suono", edizione 2020)
  • Shino Yamasaki (Giappone)
in lista di riserva (ordine di ingresso):
  • Maria Grazia Marcon (Italia)
  • Felix Renner (Germania)
  • Adrian Büttemeier (Germania)
  • Shujun Zhao (Cina)

Ulteriori dettagli relativi ai direttori ammessi saranno pubblicati a breve.

Le 78 candidature pervenute sono state valutate dal comitato tecnico composto da Jean Claude WIlkens (European Choral Association-Europa Cantat), Marco Berrini (Feniarco), Dario Tabbia (Conservatorio di musica G. Verdi di Torino), Davide Benetti (Associazione Cori Piemontesi).

Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.