I docenti di Coro Lab School

10 appuntamenti a partire da febbraio 2021 + un evento conclusivo speciale

Daniela Lucangeli

Professore ordinario in Psicologia dell'educazione e dello Sviluppo presso l’Università di Padova, Prorettrice con delega all'orientamento e tutorato per l’Università degli Studi di Padova per la continuità formativa Scuola-Università-Lavoro, Presidente dell’Associazione Nazionale per gli Insegnanti Specializzati (CNIS), membro dell’International for Research in Learning Disabilities (IARLD), Presidente di Mind4Children, spin-off dell’Università degli studi di Padova che sostiene e promuove la ricaduta della ricerca scientifica in azioni a servizio del potenziale umano attraverso la sperimentazione, la divulgazione, la consulenza e la formazione specializzati e la ricerca sulle situazioni di Handicap, Presidente del Comitato scientifico del Polo Apprendimento, è anche socio di numerose associazioni scientifiche internazionali e nazionali nell'ambito del Developmental Sciences.
Le sue principali aree di ricerca sono: i processi maturazionali del neurosviluppo con particolare attenzione al rapporto tra apprendimento ed emozioni. Gli ambiti di ricerca sperimentale riguardano i trend evolutivi (intelligenza numerica) e le difficoltà di apprendimento. È autrice di diverse pubblicazioni di ricerca su riviste peer-reviewed e di diversi libri. È membro del comitato di redazione di molte riviste specializzate come Journal of Learning Disabilities e referee per molte altre riviste internazionali (Journal of Experimental Child Psychology, Journal of Educational Psychology). Inoltre, è Direttrice scientifica del progetto “Sorridoimparo: l’emozione d’apprendere” svolto in collaborazione con le case editrici Rizzoli, Fabbri e Erickson. va. Daniela Lucangeli promuove la divulgazione della ricerca e del sapere scientifico con lo scopo di attivare e promuovere la “Terza missione” dell’Università, per la promozione dell’alta formazione e della ricerca scientifica possibile attraverso il dialogo con la società. A tal fine, è formatrice in diversi corsi in cui vengono presentate le sue attività di ricerca.  

Uirá Abondanza Kuhlmann

Consulente in educazione musicale attiva per educatori, promotore dei Boomwhackers (tubi sonori) in Brasile, è direttore di Empresa Música e Movimento - Núcleo de Pesquisa e Formação em Educação Musical Ativa Ltda. 
Diplomato all'EMESP in pianoforte classico, audio e acustica allo IAV (Instituto de Áudio e Vídeo) è laureato in educazione musicale all’Università di São Carlos oltre che diplomato Orff/Schulwerk presso la San Francisco International Orff Course (USA) e alla Scuola di movimento "Ivaldo Bertazzo" nel corso Rieducazione del movimento. Attualmente sta sviluppando la sua rete di corsi regionali in tutto il Brasile e si sta dedicando all'espansione del suo negozio online e all'importazione di materiali alternativi per l'insegnamento di un'educazione musicale più attiva e giocosa. È insegnante di esperienza musicale nella capitale brasiliana ed è presente come ricercatore e arrangiatore nell'area dell'educazione musicale attiva e della cultura brasiliana. È insegnante di materie post-laurea nel corso L’arte di insegnare l’arte presso l’istituto Singularidades. Ha scritto il libro Music for cartel and percussive tubes con repertorio per Boomwhackers®. Forma insegnanti in tutto il Brasile e all'estero. In Brasile ha condotto corsi in più di 50 città diverse tra cui le capitali: San Paolo, Curitiba, Florianópolis, Porto Alegre, Rio de Janeiro, Belo Horizonte, Vitória, Campo Grande, Goiânia, Brasília, Salvador, Recife, Natal, Fortaleza e Belém. All'estero ha tenuto corsi in Uruguay, Argentina, Colombia, Spagna, Italia, Turchia, Cina e Hong Kong.
www.musicaemovimento.com.br

CoroLabSchool2021_docenti_BaroniStefano.jpg

Stefano Baroni

Esperto di body music, circular music e drum circle facilitator (Village music Circle), unico italiano endorsed by Remo®, educatore musicale, chitarrista, pianista, ingegnere. Partendo dal mondo della didattica trova, negli anni, il suo focus nell’utilizzo della musica come strumento di sviluppo del potenziale umano e delle life skill facilitando workshop ed eventi di musica circolare (body music, drum circle, giochi musicali cooperativi) sia in Italia che all’estero in contesti che vanno dal teacher training al lavoro sulla consapevolezza corporeo/ritmica con i cori, dalla salute mentale al community/team building, dalla didattica ai progetti sociali e di inclusione. Si è formato tra gli altri con P. Cerlati, E. Strobino, C. Paduano, A. Hera, K. Terry, C. Raszl, A. Daulne, R. Treece, G. Rozenthuler, A. Hull, P.J. Dear, J. Bentley, M. Knysh, Musica do Circulo, V. Das, R. Narain e attualmente collabora con molti di loro. È stato formatore per le tre edizioni del Circleland Festival (2016/17/19), primo Festival di musica circolare in Italia creato da A. Hera. Dal 2017 collabora con l’Università di Bologna come docente per il Master in vocologia artistica diretto da F. Fussi e sarà docente del Corso di alta formazione in circlesinging educational in partenza a febbraio 2021. Ha facilitato Community drum circles per Umbria Jazz (Perugia, 2019) e Time in jazz (Berchidda, 2019-2020) e collabora, tra le altre, con l’associazione Nidi di Note (S. Peana e P. Fresu) e Il jazz va a scuola; cofondatore dell’associazione Educarte è stato uno dei creatori e organizzatori dell’FIGM - Festival internazionale gioco e musica. Oltre a lavorare in tutta Italia per scuole, scuole di musica e musicoterapia, ha condotto workshop di body music e facilitato drum circle in Inghilterra (Londra), Svezia (Malmö, Jarna, Gotheborg, Stoccolma), Spagna (Barcellona, Alicante, Murcia), Malaysia (Kuala Lumpur), India (Bangalore).

Daniela Berardino

Docente di musica presso l’istituto comprensivo Alighieri-Kennedy di Torino, è da sempre appassionata di ricerca didattica e innovazione.
Ha iniziato a collaborare con INDIRE nel 2011 con il Piano Nazionale diffusione della LIM. È autrice e referente del progetto Cl@sse 2.0 per il proprio istituto dal 2013 e animatore digitale dal 2015. Da gennaio 2018 ad aprile 2019 ha collaborato con il Comitato Tecnico Scientifico del MIUR per il piano di ricerca e formazione in scienze & tecnologia. È docente e autrice della piattaforma Musica a scuola di INDIRE con due proposte didattiche: All’alba vincerò e S-Componiamo con Mozart.
Da febbraio 2019 è anche Google Certified Trainer. Nel 2010, grazie al progetto Scream in Action ha avuto l’onore di aprire all’ONU di Ginevra i lavori per la 100a Giornata Mondiale contro il lavoro minorile con una canzone composta ed eseguita per l’occasione dai suoi alunni. È autrice e referente del progetto Rispetto al centro per Cittadinanza attiva. Svolge regolarmente il ruolo di formatrice per il Piano Nazionale Formazione Docenti dal 2016 e per i Futurelabs del MIUR su varie tematiche di ricerca e innovazione didattica.  

CoroLabSchool2021_docenti_BerardinoDaniela.jpg
CoroLabSchool2021_docenti_BorsacchiArnolfo.jpg

Arnolfo Borsacchi

Sassofonista di formazione jazzistica, educatore musicale e formatore, autore.
Dal 1999 si occupa di educazione musicale per l'infanzia sulla base dei principi della Music Learning Theory di E.E. Gordon. Ha studiato, tra gli altri, con E.E. Gordon, D. Alexander, C. Azzara in Italia, Portogallo e Stati Uniti. È membro fondatore del Quarteto Gordon e del progetto Miniminiature con i quali collabora con la Galleria degli Uffizi di Firenze e con l'Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia nella realizzazione di concerti per piccolissimi e famiglie e per bambini dai 3 anni in su.
Ha svolto e svolge un'intensa attività formativa che lo ha portato a insegnare in molti paesi, dal Cile agli USA (Georgia), passando per Brasile, Argentina, Uruguay, Spagna, Portogallo, Polonia, Svizzera, Turchia e, naturalmente, Italia. Insegnante e formatore presso il Corso Internazionale Audiation Institute. Ha approfondito e sistematizzato concetti e proposte educative relative alla produzione di senso nella relazione musicale, lo sviluppo dell'audiation e la sua relazione col repertorio, le attività sequenziali di apprendimento e le attività di classe secondo la MLT con un'elaborazione originale e dettagliata riguardo proposte didattiche che assegnano all'improvvisazione un ruolo fondamentale nei processi di apprendimento musicale informali e formali. Scrive brani a più voci per allievi piccoli e grandi e si diverte a realizzare versioni in più lingue. Incide, con Quarteto Gordon, i CD della serie Pam Pam. Ha scritto contributi e articoli per Rivista Audiation e per altre pubblicazioni. Di prossima uscita un suo volume sull'educazione musicale e lo sviluppo dell'audiation in età scolare per LIM Libreria Musicale Italiana.

Paola Cadonici

Laureata in pedagogia a indirizzo psicologico è anche diplomata come tecnico in logopedia e come psicoterapeuta. Attiva da oltre 40 anni come terapeuta, consulente pedagogica e formatrice in campo comunicativo ed educativo, ha affinato le sue competenze come logopedista e formatrice nel campo della voce e della balbuzie. Uno dei suoi obiettivi professionali è la formazione pedagogica degli educatori. Autrice di numerose pubblicazioni che testimoniano la memoria del suo lavoro, si segnalano tra le altre: Sulle tracce della voce (Aracne), Il lato oscuro della voce artistica (Aracne), Il Dr. Freud era un contastorie. Riflessioni per genitori, nonni e insegnanti (Aracne), Chi fa i capricci si merita una fiaba (con P. Brighenti, Aracne), Dal lettino dello psicanalista alla poltrona del Cinema, Lo schermo come strumento di crescita emotiva (Aracne), I bambini vengono da un altro pianeta. I grandi insegnamenti dei piccoli (Aracne), La voce è un gioco da ragazzi (Aracne), L’albero della voce (con saggio di E. Campogalliani, Aracne), L'alchimia della balbuzie (Aracne), Non come un libro aperto con Stelio Stella e Monica Arcadu (Aracne), La speranza nel futuro viene dai bambini (Aracne), Il baule della nonna. Il bello e il buono della vita da trasmettere ai bambini (Aracne), L'ultimo sogno di Antoine de Saint Exupéry (Aracne), Il vecchio e la bambina (Aracne). Nel libro Sulle tracce della voce l’autrice cerca la voce per trovare l'uomo, poiché leggere tra le righe della voce significa spiare l'animo umano quando comunica con se stesso e con gli altri. Il lato oscuro della voce artistica esamina i problemi vocali del cantore, con la consapevolezza che ognuno di questi è, prima di tutto, un problema di gestione delle proprie dinamiche psicologiche.

Anna Maria Freschi

Diplomata in pianoforte e strumenti a percussione e laureata in lettere e filosofia, ha insegnato pedagogia musicale nei conservatori italiani per oltre 30 anni. Ha collaborato per un decennio con il CRSDM Centro di Ricerca e di Sperimentazione per la Didattica Musicale di Fiesole, partecipando al Comitato di redazione della rivista Bequadro. È stata membro del Comitato direttivo della SIEM e fa parte attualmente del Comitato di redazione della rivista Musica Domani. Ha condotto laboratori presso la Facoltà di scienze della formazione dell’Università Cattolica di Milano. Tiene periodicamente corsi e seminari a carattere metodologico-didattico organizzati da USR, conservatori, ISSM, scuole e associazioni musicali e interviene in qualità di relatrice in convegni su temi didattico-musicali. Ha inoltre progettato e realizzato per diversi anni lezioni-concerto in qualità di animatrice e di percussionista per conto del Teatro Comunale di Firenze e del Teatro Comunale di Bologna. Ha svolto attività concertistica in qualità di percussionista suonando in orchestra, in gruppi da camera, in gruppi di musica antica. È autrice di numerose pubblicazioni, fra cui un libro di testo per la scuola secondaria di I grado con le case editrici Giunti-Ricordi. Sempre con EDT, ha pubblicato il libro Movimento e misura. Esperienza e didattica del ritmo. Nel 2012 sono usciti i testi Metodologia dell'insegnamento strumentale con la casa editrice ETS, Insegnare la musica con Carocci e il saggio Musica come sapere incarnato: implicazioni e prospettive di indagine a partire dalla scoperta dei neuroni specchio all’interno del volume Musica: forma mentis? (edizioni Libreria Universitaria.it). Ha recentemente conseguito il certificato Dalcroze

Luigi Leo

È direttore e fondatore del Coro di voci banche e giovanile Juvenes Cantores, dell’Ensemble vocale Modus Novus, di Consonare Ensemble nonché direttore artistico e didattico della Cluster Choral Academy a Corato. Ha diretto il coro di voci bianche del Conservatorio di Musica N. Rota di Monopoli. È il direttore didattico e docente principale alla Scuola superiore biennale per direttori di coro di voci bianche nella scuola primaria organizzato da Arcopu-Feniarco e riconosciuta dal Ministero della Pubblica Istruzione. È stato docente per festival nazionali e internazionali e svolge un’intensa attività didattica e formativa presso vari istituti scolastici. Con l’Ensemble vocale Modus Novus ha eseguito partiture con orchestra in prima nazionale e mondiale e con le formazioni della sua Accademia si è esibito presso varie istituzioni e nell’ambito di prestigiosi festival su tutto il territorio nazionale. Ha ottenuto molti premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali (Rimini, Vallo della Lucania, Arezzo, Gorizia, Fermo, Matera). Con gli Juvenes Cantores, ha partecipato nel 2012 all’inaugurazione della stagione lirica del Teatro Petruzzelli sotto la direzione di L. Maazel mentre nel 2014 ha inciso il CD Giro giro canto 5 per Feniarco Edizioni Musicali. Dal 2015 è il direttore del Coro Giovanile Pugliese con il quale ha eseguito la Messa dell’Incoronazione di Mozart insieme all’Orchestra della Magna Grecia di Taranto. Con il CGP ha effettuato una tournée in Irlanda esibendosi alla National Concert Hall e all’Istituto di cultura italiano di Dublino; inoltre, sotto la direzione di J. Rutter, ha eseguito il Gloria da lui composto e, in prima esecuzione italiana, l’opera Visions. Ha inciso il CD Contrasti, musica sacra dal secondo ‘900 con composizioni di autori pugliesi. Chiamato in giuria in vari concorsi nazionali e internazionali, è membro della Commissione Artistica di Arcopu e, dal 2014 al 2020, è stato membro della Commissione Artistica di Feniarco.

Ciro Paduano

Dopo gli studi di chitarra classica e universitari si è dedicato quasi esclusivamente alla didattica musicale formandosi attraverso corsi internazionali sulle metodologie dell’educazione musicale esistenti (Kodaly, Dalcroze, Orff, Gordon) in Italia, Europa e negli Stati Uniti. Attualmente è il coordinatore didattico del dipartimento Junior presso la Scuola Popolare di Musica Donna Olimpia. Insegna in laboratori di musica di insieme per bambini, laboratori di alfabetizzazione e laboratori di body percussion per bambini e adulti. È docente nei corsi nazionali sulla metodologia Orff-Schulwerk ed è uno dei soci fondatori dell’OSI (Orff-SchulwerkI taliano). È docente in corsi di formazione e aggiornamento per insegnanti di scuola primaria e dell’Infanzia sul territorio nazionale, ha collaborato con diversi conservatori di Musica Italiani e attualmente collabora con il conservatorio della Svizzera Italiana (Lugano) fornendo seminari e masterclass sulla didattica musicale e sulla body music. È stato docente nei corsi estivi presso le sedi dell’Orff-Schulwerk in Finlandia, Australia, Giappone, Corea, Estonia, Russia, Ucraina. Ha pubblicato più di 150 articoli sulla didattica e musica per la scuola primaria sulla rivista quindicinale La Vita Scolastica (ed. Giunti), testi di attività musicali per bambini della scuola dell’Infanzia e scuola primarie (Altro che Musica e Animali), il testo Musica dal corpo: didattica con la body percussion (ed. Rugginenti), I suoni del corpo e Questione di stile (ed. MKT) e, con la casa editrice Progetti Sonori, tre volumi sulla didattica della body percussion: bodypercussion 1, body percussion 2, body percussion 3 (2019). Ha fondato il gruppo spettacolo BodySband, il gruppo spettacolo Olimpiasband (bambini e ragazzi dai 9 ai 13 anni) e il gruppo Sband (adulti e bambini). Attualmente coordina il gruppo spettacolo Musicamaestre (insegnanti di scuola dell’infanzia e scuola primaria).

Roberta Paraninfo

Pianista di formazione, direttrice e didatta di professione, ha fondato e diretto a partire dal 1994 diverse formazioni corali. Attualmente dirige i cori dell’Accademia Vocale di Genova, un percorso formativo corale e musicale fondato nel 2005: il coro di voci bianche I Piccoli Cantori, il coro giovanile a voci pari Giovani Cantori, il coro giovanile misto Sibi Consoni e il gruppo vocale Genova Vocal Ensemble, con i quali ha conseguito numerosi premi in competizioni nazionali e internazionali. Ha inoltre diretto il coro misto JanuaVox, il coro femminile Good News!, il Coro del Conservatorio A. Steffani di Castelfranco Veneto (TV) e il Coro da camera Steffani, dell’omonimo Conservatorio.
Ritenendo fondamentale l’immersione nella musica sin dalla tenera infanzia, da numerosi anni cura progetti di educazione musicale e sviluppo della coralità per scuole primarie di Genova e, parallelamente, corsi di formazione per insegnanti e direttori di coro in varie regioni d’Italia, per conto di Feniarco e delle Associazioni regionali corali. Ha insegnato esercitazioni corali presso il Conservatorio di Castelfranco Veneto dal 2014 al 2017 e attualmente è docente di accompagnamento pianistico presso il Conservatorio N. Paganini di Genova.
Insieme al maestro G. Graden ha diretto il Coro Giovanile Italiano per il biennio 2015-2016. Ha ricevuto cinque volte il premio come miglior direttore in altrettanti concorsi corali nazionali e internazionali.
accademiavocale.it
CoroLabWeb2020_docenti_ParaninfoRoberta.jpg

Amalia Lavinia Rizzo

Pianista, diplomata in didattica della musica, specializzata nelle attività di sostegno e in musicoterapia, abilitata in musica e in strumento musicale, laureata al DAMS e dottore di ricerca in pedagogia, si dedica da più di vent’anni alla didattica musicale in prospettiva inclusiva. A seguito di una lunga esperienza come operatrice musicale, insegnante di musica di sostegno e ricercatrice presso importanti istituzioni nazionali (INVALSI, IAS, ISFOL, Università Roma Tre, ecc.), ha formalizzato il concetto di musica inclusiva applicato al contesto della full inclusion tipico della scuola italiana individuando una modalità di progettazione curricolare specifica per la scuola secondaria di I grado realizzabile da insegnanti musicisti di sostegno. Autrice di numerosi materiali didattici per gli insegnanti e di pubblicazioni scientifiche nell’ambito della didattica speciale, ha pubblicato con L. Chiappetta Cajola i volumi Musica e inclusione: teorie e strategia didattiche (Carocci) e Didattica inclusiva e musicoterapia: proposte operative in prospettiva ICF-CY ed EBE (FrancoAngeli). Con M.T. Lietti ha pubblicato Musica e DSA: la didattica inclusiva dalla scuola dell’infanzia al conservatorio (Rugginenti). Attualmente è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre. Nel 2017 ha conseguito l’abilitazione scientifica nazionale a professore associato nel settore scientifico disciplinare Didattica e pedagogia speciale (M-PED/03). La sua attività di studio tiene conto dell’orientamento della Evidence Based Education in campo educativo speciale.
Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più . Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.